FANDOM


E’ un caldo pomeriggio e in casa Henderson il giovane Ben ha riaperto gli occhi…grazie a una figura misteriosa.
Il biondino apre gli occhi, guardandosi intorno.
Non riconosce il luogo, ma ha capito che si trova in una camera da letto.
Si alza dal letto e decide di aprire la finestra, la stanza è troppo scura per vedere qualcosa.
Respira quell’aria pura, si trova in un bosco…
Si volta verso il letto e nota uno specchio.
Decide di darsi una sistemata ai capelli prima di andare ingiro in quella misteriosa casa.
Davanti allo specchio sbianca letteralmente notando il suo strano aspetto.
<< Non ci posso credere… >> urla quasi il bambino.
Si accarezza il sangue e tocca le orecchie… se era uno scherzo non gli piaceva affatto.
Apre la porta e esce, nota che tutta la casa è piena di buio.
Inizia a correre e aprire tutte le finestre del corridoio e sorride alla luce del sole.
L’aperto e il calore del giorno gli mettono sempre il buon umore.
Abbassa lo sguardo, notando come è conciato.
Stivali marroni, una maglia lunga verde e nota di avere un cappello..elfico.
<< Ok… ora sembro Link.. >> dice osservando la maglia.
Arrossisce…non è abituato ad avere quasi un vestitino.
<< Devo trovare dei pantaloni…! >> dice tornando nell’altra stanza.
Purtroppo non trova niente quindi decide di tornare in corridoio.
Inizia a correre silenziosamente e trova una porta infondo al corridoio… la maniglia è stranamente fredda.
La apre e trova quello strano uomo che lo aveva in braccio ore fa, lo riconosce e lo saluta con innocenza.
<< Siediti Benjamin… >> dice l’uomo senza volto, chiudendo la porta.
Un’oretta dopo.
<< Vi ho radunati qui per dare il benvenuto a un nuovo componente della famiglia, lui è Benjamin ed ha 10 anni… bhe fate conoscenza! >> L’uomo poi lascia Ben in mezzo a tutti quei nuovi volti.
I suoi occhietti rossi iniziano a fissarli tutti… ma c’è particolarmente uno che lo incuriosisce molto.
Jeff lo fissava da quando era entrato al salone, senza mai smettere…qualcosa lo attirava, forse perché era un elfo a tutti gli effetti.
Jeff inizia ad avvicinarsi al piccoletto, precedendolo.
<< Ehy! Benvenuto! Io sono Jeff, piacere! Ho 13 anni, ma possiamo essere benissimo amici! >> Quel volto sembrava davvero sadico, ma gentile.
Il biondino porge la mano e sorride di rimando.
<< Benjamin, per gli amici Ben! >> Jeff strinse il pugno e il piccino capì che voleva salutarlo come i tipi ‘‘ free style ’’.
I due subito diventano amici e giocano sempre insieme, quel azzurro e quel rosso si completano… peccato che nessuno dei due ancora l’ha capito.
Moment #2
Sono passati circa due mesi da quando è arrivato Ben e lui e Jeff sono sempre più uniti.
A momenti sarebbe stato il compleanno del moro (biondo) killer e l’elfo già pensava a cosa regalargli oltre la festa a sorpresa.
Lo conosce da due mesi ma ha paura di non conoscerlo perfettamente, sa essere molto misterioso il suo nuovo amico.
‘‘ Potrei chiedere al fratello… ’’ e cosi fece.
Liu li consigliò qualcosa che poteva permettersi, ma fatto con il cuore.
Il bambino ci pensava giorno e notte, ma doveva sbrigarsi.
Un giorno decise di far ciò in cui era davvero bravo.
Si chiuse nella camera e lavoro tutto il giorno al pc.
Jeff era stato intrattenuto dagli amici e dal fratello come prestabilito, ma il biondino non aveva rivelato a nessuno il regalo.
Finì giusto in tempo, alle 23.35… salvo il tutto e prese il cellulare ricevuto da poco e preparo il regalo che gli sarebbe servito verso 00.00.
Corse in salone e saltò sulla schiena dell’amico.
Iniziarono a chiacchierare e giocare ma mancava davvero poco all’evento.
<< Ehy Jeffrey… andiamo sull’altalena?!?! >> disse solo come un bambino sa fare.
L’adolescente sospirò e gli arruffò i capelli.
<< Sali, piccola peste! >> Disse prendendolo in braccio.
Quando uscirono notarono il cielo era pieno di stelle e sorrisero.
Il biondo scese e corse urlando: << Non mi prendi! Non sai correre! >> Facendo linguacce.
Il moro inizio a rincorrerlo per poi prenderlo alla King Kong.
Dopo un po’ lo rimise giù e si stesero sull’erba fresca.
<< Jeff… saremo per sempre amici? Infondo con questo aspetto spavento tutti…tranne voi! >> esclamò il piccino guardando il volto illuminato dalla luna dell’amico.
Jeff sospirò e si voltò verso il biondo.
<< Ovvio, cretino! >> rispose ridendo allegramente.
Tornarono a osservare le stelle finché il biondo notò l’orario…
<< Jeff! Guarda cosa ho trovato sul cellulare! >> Jeff si avvicinò curioso…
Tutt’a un tratto partì una musica carina e un video che iniziava con scritto ‘‘ Buon compleanno pazzoide! ’’
La canzone era  best friend, una canzone strana ma orecchiabile, con tutte le loro foto in quei mesi, era davvero parecchie.
Ad alcune c’erano anche dei pensieri del bambino, per esprimere quanto volesse bene il moro.
Alla fine del video Jeff strinse Ben trascinandolo con il braccio, quasi soffocandolo.
Gli fece il solletico, in segno di grazie… Jeff era fatto cosi e l’elfo lo sapeva.
Si ristesero sull’erba, stanchi dal troppo ridere.
Tutt’a un tratto Jeff si mise sul biondino poggiandosi sulle proprie braccia, per non dargli peso.
Sorrise e il biondino ricambio, per poi poggiargli le labbra sulle sue… e ristendersi dov’era.
Il biondino rimase stupito…si sfiorò le labbra, continuando a fissare le stelle.
Moment #3
Eran passati circa altri 3 mesi dall’compleanno di Jeff…e il biondino ripensava a quel bacio, sempre.
Ma erano sempre amici… ‘‘ best friend…’’ o almeno cosi si definivano.
Slender aveva iniziato l’addestramento anche con Ben… e Jeff lo stava aiutando moltissimo.
Jeff, Ben e Liu stavano nella stessa stanza e si divertivano un mondo.
Quel giorno arrivò anche un nuovo membro della famiglia…una bambina.
I maschi facevan sempre più tardi la notte per divertirsi rispetto alle ragazze, infatti si svegliavano sempre più tardi.
Verso le 17.00. si iniziarono a sentire le urla di un bambino che diceva ‘‘ aiuto’’ ridendo.
Un altro che urlava ‘‘ tanto ti prendo!! ’’ e un’altra ancora ‘‘ Jeff! E’ pericoloso correre con un coltello in mano!! ‘’
Tutti li riconobbero: Ben, Jeff e Liu.
Corsero in cucina, coperti solo con dei pantaloncini, come sempre, per via del caldo.
Notarono che c’erano solo le ragazze ‘‘ piccole ’’ : Ib, Mary, Aya e Bloody Mary… ma tra loro c’era una nuova testa…una testa sanguinante.
Le ragazze li salutarono sorridenti.
<< E’ lei chi è? >> chiese Liu a Jane, che stava portando dei biscotti per merenda.
<< Sally Williams… è stata annunciata prima, ma voi dormivate! >> rispose la mora, per poi baciare Liu.
Jeff e Ben presero dei biscotti e iniziarono a vedere video su YouTube riguardo nuovi giochi per le loro console… tra poco era il compleanno di Liu e cosi Slender avrebbe comprato un gioco, cosi potevano giocare insieme agli altri ragazzi!
La nuova bambina rimase incuriosita dal quel elfo.
Col passare dei giorni Ben pensava sempre di più al bacio…sfiorandosi le labbra e chiudendo gli occhi, voleva riprovare quel momento…ma aveva paura… lui neanche sapeva cosa gli stava accadendo.
Le bambine parlavano spesso di giochi e cose da femminuccie… ma Sally chiedeva spesso di Benjamin…nonostante le amiche dicevano di stargli alla larga.. per due motivi, ma non le dissero quali.
Era cose private del moro e del biondo e non avevano diritto di parlarne ad un’estranea.
Due settimane dopo Sally seguì il biondino, mentre andava a prendere una cosa a Jeff.
Ben aveva l’udito sviluppato grazie alla forma elfica, notò che era seguito…
Si voltò di scatto e la osservo sospettoso.
<< Cosa vuoi, Sally? >>… chiese freddamente.
Era molto amico delle ragazze, ma quella bambina… lo seguiva troppo… già da qualche giorno.
<< Oh..ni-niente! Volevo parlarti!!.. Posso?! >> chiese avvicinandosi, sorridendo.
Ben sospirò e annuì chiudendo la porta della camera, non voleva che entrasse.
Già aveva notato che lei frugava tra le sue cose e lo infastidi… se non c’era Liu l’avrebbe ferita.
Sally si avvicinò pericolosamente a Ben, vicino al suo volto.
Ben la fissò immobile… i suoi occhi sembravano fulminarla.
<< Volevo chiederti…perché un giorno di questi non stai con me? Cioè andiamo ingiro…o… >> si avvicinò ancora di più, pericolosamente alle labbra del biondo.
L’elfo spalancò gli occhi e alzo le orecchie, quasi come se avesse paura… si smaterializzo e comparve dietro la bambina per poi spingerla a terra.
<< No..non osare…mai più… >> Si girò e si teletrasportò vicino alla porta della sua stanza, chiuderla…e correre via.
Non voleva che qualcuna gli portasse via il sapore…del suo primo bacio.
Era ufficiale: odiava quella bambinetta di 9 anni.
Lui ne aveva 11…era un ometto! Finalmente! Adesso il proprio look era cambiato.
La solita maglia, cappello e stivali ma con dei pantaloni bianchi e un orecchino blu a cerchio all’orecchio sinistro e stava crescendo. ( In realtà aveva completi uguali ma di vari colori… )
Corse da Jeff e Liu e iniziarono a giocare.
Liu andò con Jane a comprare del tè visto che era finito…
Ben e Jeff erano soli.
Ben sospirò e posò il joystick, osservando il moro…
<< Qualcosa non va, Ben? >> chiese l’amico osservandolo…
<< No! Cioè… stavo pensando… >> rispose titubante l’elfo.
<< Cosa pensavi allora? >> chiese Jeff, fissando l’amico negli occhi.
<< Secondo te… è strano.. che … a me non piacciono le ragazze. >> Disse abbassando le orecchie e arrossendo.
Jeff sorrise. << No… ognuno è libero. Hai paura di essere giudicato? >> Chiese scompigliandogli i capelli sotto al cappello.
Ben scosse la testa e si avvicinò a Jeff, che lo fissava immobile, ma con curiosità.
Il biondo fissò ancora quel azzurro per poi chiudere gli occhi e mordersi il labbro.
Sospirò e riapri gli occhi.
Baciò Jeff… tenendogli il volto, come se non voleva farlo scappare.
Jeff sorrise e ricambiò…
Ma i due non avevano notato le facce sbalordite di Jane e Liu.
Moment #4
Jeff e Ben si scambiavano i soliti baci, di nascosto… anche se la notte erano liberi.
Liu si era trasferito in camera di Jane, infondo aveva 15 anni quasi 16… e Jane anche.
Non facevano niente di speciale, baci, risate, giochi… video sul pc… ecc ecc, cose da ragazzi.
<< Ehy Ben! Stanotte ti andrebbe di andare a divertirci insieme? >> chiese il moro, giocando con il proprio coltello.
Ben alzò gli occhi dal libro e fissò il moro al suo fianco.
<< Ok… vado ad avvisare io Slender? >> chiese togliendo gli occhiali da lettura e posando il libro.
<< Nah.. andiamo insieme! >> Jeff poggiò il coltello sul comodino e strinse la mano del amico.
Grazie ai poteri del biondino si teletrasportarono nello studio di Slender, facendolo saltare.
<< Quante volte vi ho detto di bussare?! >> chiese lo Slender, riprendendo il battito normale.
<< Scusa! Volevamo avvisarti che stasera usciamo ‘‘ per lavorare! ’’ >> Jeff parlava sempre con un pizzico di pazzia quando si trattava di quell’argomento.
E a Ben questo piaceva molto, faceva parte del suo Jeff.
SUO e di nessun’altro…anche se nessuno lo sapeva.
La notte andarono ad uccidere e tornarono verso le quattro, pieni di gioia per il divertimento di quella notte.
Dissero tutto a Slender, per poi andare in camera propria.
Jeff leccò il sangue sul suo coltello.. e Ben sorrise leggermente.
Era davvero pazzo avvolte quel moro.
<< Vampiro… >> disse Ben levandosi il cappello e la maglia, per il caldo.
<< Sta zitto! Non sai che ti perdi… >> rispose il moro, facendo l’offeso.
<< Pff.. adesso voglio assaggiare! >> il biondino si avvicinò al moro e sorrise sadicamente, rubandogli il coltello.
<< Ladro! Avanti prova! >> lo incitò Jeff.
Il biondo chiuse gli occhi e si avvicino al coltello, titubante..
Jeff velocemente gli rubò il coltello e lo spinse sul letto per poi bloccarlo e baciarlo, quasi con violenza.
Ben arrossì ma ricambiò.
Ma a Jeff non bastava più il semplice e casto bacio, voleva di più… e iniziò a far schiudere le labbra del biondo, per iniziare una danza tra le loro lingue, accettata ben volentieri dall’elfo.
Si staccarono per mancanza di fiato, dopo vari minuti.
<< Allora…com’è il sangue? >> Chiese il moro, sorridendo con affanno.
<< Buono.. se prima passa sulle tue labbra… >> rispose il biondino, arrossendo.
<< Sai una cosa? Mi fai impazzire… quando leggi con gli occhiali… non so perché. >> Jeff arrossì, forse per la prima volta pensò il biondo.
<< E tu lo sei quando fai il sadico… >> Jeff fu felice di sentire  quelle parole dal elfo.
Lo strinse a se… e chiusero gli occhi, sfiniti.
Moment #5
Quel giorno era un giorno importante, il giovane elfo avrebbe compiuto 12 anni, età importante secondo il moro quindicenne.
Aveva pensato a mille e mille regali… ma non sapeva proprio cosa regalarli.
Ovviamente sapeva della sua passione di Legend Of Zelda… ma gli aveva regalato già tutto riguardante quel gioco.
L’unica cosa che non aveva ricevuto …. Era un giorno, normale con lui.
Optò per una gita, una passeggiata.
Liu gli aveva consigliato il parco e la natura, visto che Ben amava stava all’aria aperta.
Ma Jane gli aveva consigliato cose come il cinema…oppure un supermercato.
Ma Jane era una ragazza, Ben no.
Non sapeva davvero cosa fare…
Quindi decise di fare tutto ciò che gli avevano detto.
Fece vestire il biondino e gli coprì gli occhi con una bandana blu che gli tolse davanti al parco naturale.
Quel giorno la visita era gratis… bhe perché non approfittarne?!
Ben davanti al parco sorrise come un bambino, strinse la mano del moro e lo trascinò per tutto il parco.
Tutti li fissarono… manco avessero le loro reali sembianze.
Ma li ignorarono, divertendosi un mondo tra natura e animali.
Verso l’ora di pranzo optarono per il MC Donald.
Poi andarono al centro commerciale.
Li comprarono vari giochi e Ben volle assolutamente un pelusche a forma d’animale…
‘‘ E pur sempre il mio bimbo… ’’ pensò il moro, quando lo comprò.
Guardarono i libri e mangiarono mille cose, dal dolce al salato.
Come concludere la serata? Cinema.
Scelsero un horror, ovviamente: il continuo di Nightmare.
Risero per tutto il film, a loro divertiva.
Mangiarono pop corn e caramelle, bevvero cola.
<< Bel film, vero? >> Chiese Jeff, soddisfatto.
<< Si! Come urlavano quei sfigati! >> commentò Ben, ridendo.
Jeff rise con lui.. << Già! Non sanno che noi faremmo peggio! >> rispose ridendo il moro.
<< Hai ragione! >> Ben strinse la mano del moro e sorrise.
Solo Ben… aveva quel dolce sorriso.
Tornarono a casa, felici come non mai… e una voglia matta di coccolarsi.
Moment #6
Era una calda notte d’estate, tutti stavano festeggiando il sedicesimo compleanno di Jeff, momento della torta.
Tutti cantavano la tipica canzone a Jeff, come una vera e felice famiglia.
Quando finirono di cantare, Jeff soffiò esprimendo un desiderio.
Poi mangiarono la torta preparata dalle ragazze della famiglia.
Era davvero gustosa..!
Ma il biondino pensava ad altro quella sera.
La festa finì tardi…e qualche bicchiere di troppo l’avevano bevuto tutti.
Il moro e il biondo andarono in camera, distrutti.
Decisero di buttarsi direttamente sul letto, senza mettere il pigiama.
<< … Ti è piaciuto il mio regalo? >> chiese Ben, riferendosi a un gioco che Jeff desiderava da molto.
<< Molto! Domani ci giochiamo! >> disse Jeff girandosi verso il biondino.
<< Jeff..ecco..vedi… >> Il biondino lo fissava titubante… non sapeva che dire.
<< Ben, qualcosa non va? >> Ben era troppo misterioso a volte.
<< Ecco… >> Chiuse gli occhi e sospirò. << Tu mi piacevi..o meglio..cioè.. TU MI PIACI..ok, l’ho detto! >> Ben si coprì il viso con le mani, arrossendo.
Jeff gli tolse le mani dal volto. << Anche tu mi piacevi..e mi piaci. >> Jeff era serio..e dolcissimo come non mai.
Strinse l’elfo e gli baciò la fronte, felice.
Il suo..anzi loro desiderio si era appena avverato.
Moment #7
Ormai tutti sapevano di Jeff e Ben, erano stati loro a dirlo a tutti, ed erano felici di questo.
Liu e Jane avevano 17 anni… e già aspettavano un bimbo.
Jeff era eccitato all’idea di diventare zio! Bhe in teoria anche Ben, visto che stavano insieme.
Liu e Jane non volevano sapere il sesso..e infatti nessuno lo sapeva.
Però ci tenevano a sposarsi, prima della nascita del bebè.
Mancavano 6 mesi…e nonostante avessero 17 anni, quasi e mezzo, volevano sposarsi.
Infatti tutti pensavano ai preparativi.
Liu, Jeff, Ben, Tim, Brian e Toby aiutarono Liu con la scelta dello smoking.
Le ragazze accompagnarono Jane.
I testimoni in totale erano 4: Jeff e Ben per i maschi e Natalie e Jill per le femmine.
Le damigelle d’onore erano Ib, Mary, Aya e Bloody Mary.
Sally doveva tenere il velo.
Liu chiese aiuto anche per la scelta delle fedi.
Optarono tutti per due semplici fedi argentate con incisi i nomi degli sposi: ‘‘ Liu And Jane= Forever ’’.
Mentre gli altri stavano dando un ultima occhiata alle fedi, il moro era fuori la gioielleria a fissare la vetrina.
Toby uscì sotto richiesta di Liu, voleva accanto il fratellino in un momento cosi importante..anche per comprare le fedi.
<< Ehy Jeff! Liu… vuole che entri, vuole farti vedere come han fatto le fedi! Ehy! Ma che fissi? >> disse avvicinandosi all’amico.
<< Mhh? Oh, niente.. un momento e arrivo! >> disse il killer, fissando la vetrina.
<< Vorresti sposarlo? >> Chiese Toby, fissando anche lui la vetrina.
Jeff annuì, incosciamente… poi riformulò le parole del proxy e arrossì.
<< Ma che dici! Fatti gli affari tuoi! >> Jeff arrossì sempre di più.
<< Dai..state bene insieme. Vi completate.. >> Toby gli diede una pacca sulla spalla e sorrise per poi entrare.
Ben curioso che Jeff stava ancora lì fuori impalato uscì per trascinarlo dentro.
<< Ehy tesoro, che cosa fai li impalato?! >> Chiese Ben fissandolo, con le braccia strette al petto, in segno di attesa.
<< Arrivo, eccomi! >> Jeff sorrise e lo baciò per poi entrare, stringendogli la mano…
Era fortunato ad avere un ragazzo come lui, bello, dolce, simpatico.. e unico.
Sia da umano che da elfo.
…E si…voleva sposarlo… e quei due anelli che aveva adocchiato…sarebbero stati loro.
Sorrise…già immaginando quel giorno.
Moment #8
Il matrimonio fu stupendo e il bebè era nato.
Era una femmina, la chiamarono Scarlet, Scarlett Woods.
Jeff e Ben aiutarono molto i neo genitori con la bimba.
Aveva i capelli castano-biondi come Jane ( in precedenza ) e dei meravigliosi occhietti verdi, curiosi di scoprire il mondo intorno a se.
Lei anche adorava i suoi giovani zii e grazie a loro rideva sempre.
Era una bambina piena di vita… degna dei Woods.
Una sera Liu aveva chiesto se potevano tenerla loro, voleva stare in intimità con Jane.
I due accettarono volentieri, dopo averli presi in giro maliziosamente.
La fecero giocare, prepararono la pappina e il succo per la sua età… Jane era molto attenta in queste cose e se avessero sbagliato… bhe non osavano immaginare cosa sarebbe successo.
La fecero il bagnetto, cambiare pannolini, farla giocare mentre la cena cuoceva, farla mangiare (un gioco da ragazzi per loro), ruttino.. cambiare pannolino (ancora) e farla addormentare.
Era davvero stancante fare i genitori…ma si sentivano soddisfatti.
Si stesero sfiniti… davvero.
Ben poggiò la testa sul petto del suo ragazzo.
<< Tesoro…credi che avremo mai un bambino tutto nostro? Adottarlo… >> Ben fissava la loro nipotina, chiedendo quella cosa.
<< Ovvio! Con te voglio fare di tutto, lo sai! >> Jeff lo baciò, accarezzandolo e stringendolo al petto.
Ben si riempì del suo profumo e anche Jeff del suo.
<< Avremo una bambina… >> rispose Ben, sorridendo.
<< Ti piacciono le bimbe…? >> chiese Jeff, rosso.
<< Non sono l’unico…ho notato che adori la bambina…quindi.. >> Ben gli leggeva nella mente, era l’unico che lo capiva al volo, neanche suo fratello Liu ci riusciva.
<< Hai ragione…adoro le bambine… >> ammise il moro, arrosendo.
<< Bionda…con gli occhi azzurri…cosi sarà la nostra bimba.. ti amo tesoro! >> Ben lo baciò e chiese il permesso di far entrare la sua lingua.
Si baciarono anche oltre il fiato.
Moment #9
18 Luglio: Anniversario di Jeff e Ben.
Jeff gli preparò una sorpresa coi fiocchi, una cena romantica… e sensuale.
Tutta la serata entrambi dovettero resistere alla voglia di rendere l’uno parte di se.
Ma alla fine la voglia vinse a fine cena.
Jeff iniziò a baciare focosamente il suo ragazzo, trascinandolo sul letto.
Si spogliarono dolcemente e Jeff gli lasciò baci e succhiotti ovunque, cominciando a prepararlo per renderlo per sempre suo.
Quella notte si unirono fino a raggiungere l’estasi, con la voglia di soddisfarsi e amarsi sempre di più.
Moment #10
Jeff aveva comprato quei famosi anelli qualche annetto fa… e ora era giunto davvero il momento.
Infondo lui aveva 18 anni  e Ben 15… voleva chiederglielo… voleva amarlo ancora più d’adesso.
Solo che non sapeva in che momento chiederglielo… ma ebbe un grandiosa idea!
<< Tesoro, stasera pic nic qua fuori! Preparo tutto io! >> Disse Jeff dalla cucina, appena il biondino lo vide ai fornelli.
Ben sapeva che non doveva  dire di no a Jeff..era davvero testardo.
E cosi fu…quella sera cenarono fuori, sotto le stelle…dove si baciarono la prima volta, anni fa.
Era tutto delizioso… Jeff cucinava benissimo, anche meglio di lui, pensò il biondino.
Poi guardarono le stelle abbracciati e iniziarono a baciarsi e coccolarsi, teneramente.
<< Senti.. devo dirti una cosa… >> disse Jeff, mettendo Ben sotto di se, come quando lo baciò la prima volta…
<< Dimmi tesoro, qualcosa non va? >> Ben subito si preoccupava.
<< E’ da un po’ che volevo dirtelo…io ti amo tanto e non potrei star senza te…mi rendi davvero felice…ecco vedi..vuoi passare tutta la vita con me? >> Jeff stava quasi per piangere per l’emozione..il cuore gli batteva a mille.
Ben arrossì e stava già lacrimando…
<< Ti amo infinitamente…  grazie di esistere…grazie di aver dato un senso alla mia vita! Ti amo Jeff Woods! >> Si baciarono, lacrimanti entrambi.
<< Tesoro..voglio sposarti ora..sempre..ogni anno! Ti amo! >> Iniziarono una danza di lingue, mentre si scambiavano l’anello di fidanzamento presi da Jeff… con inciso: Jeffrey+Ben Forever And More…
La danza di lingue cominciò ad essere sempre più sensuale… e si diedero l’uno all’altro..nel posto dove cominciò tutto…
Si… erano felici…e si completavano… sarebbero stati per sempre insieme con la loro futura bimba… e anche altri, chissà…
                                Jeffrey+Ben Forever And More…

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale