FANDOM


Continuavo a correre.

Non mi importava più quanto tempo avessi corso, ma dovevo fuggire.

Saltai da un fosso a l'altro senza problemi, in quella notte piovosa.

I fossi erano tutti stracolmi di acqua, e sapevo che fra un pò la mia corse sarebbe finita.

Il Po non è facile da attraversare, sapete? I mulinelli e i siluri erano due avversari incredibili.

Da che sto scappando? Dall'essere che non doveva esistere

Mi è alle calcagna e vedo il Po in tutta la sua magnificenza. Stanotte sarà impossibile guadarlo.

Sono sulla riva e lui è li, dietro di me. Mi volto e lo vedo. Ho letto molto su di lui, ma le storie su di lui non rendevano giustizia.

“ NON MI AVRAI!!" gli grido contro e senza esitazione mi tuffo nelle acque del Po. Lo vedo. È indeciso se seguirmi o no.

Rido credendo di averla scampata, qualcosa mi trascina sul fondo.“ NO! IL MULINELLO NO!" urlo terrorizzato, mentre il vortice mi trascina sul fondo. “ Non...respiro...."

È mattina. Sono in una foresta che sta sulle sponde del Po. Lui è lì che lo fissa. “ NOO VATTENE! VIA! STAMMI LONTANO!" grido a quell'essere. “ Loris, calmati. Se lui ti vuole c'è un motivo. Ti piace l'acqua, vero?" mi dice con un tono di noncuranza.“ S-si, molto. Perchè?" rispondo spaventato. “ Niente. Adesso tastati il cuore." mi esorta. “ Se ci tieni tant..." le parole mi morirono in bocca. Per quanto mi sforzassi, non riuscivo a sentirne il battito. “ Ma allora io..." “ So quello che mi stai per dire. Sei morto affogato ieri notte mentre ti inseguivo. So anche cosa stai per chiedermi: come facccio ad essere vivo? Semplice: l'acqua ti vuole molto bene, Oceano. Credo che tu mi conosca, giusto? Nel caso non mi conoscessi, piacere, mi chiamo Jack. Adesso su, muoviti, Slandy ci aspetta." E mi tende una mano per alzarmi.